Resistenza romana: un fumetto per non dimenticare

cover_scintilla2_DPHYlmy
ANPI Roma, in collaborazione con Il Grande Cocomero, ha lanciato un crowdfounding per realizzare un fumetto sulla sulla figura del fioraio Agostino Raponi, dal gruppo Scintilla alla Resistenza Romana.
Segui il link per tutte le informazioni e per sostenere il progetto!


C’era una volta a Roma in via Catanzaro 1/3, il negozio di fiori, l’abitazione, la cantina (sede della Resistenza della V° Zona del PCI), di Agostino Raponi e di Giuseppina Bocci, io sono nata li nel 1938.

Mio padre Agostino Raponi, era soprannominato “il fioraio“ nell’organizzazione clandestina antifascista, dalla costituzione del primo nucleo di antifascisti “Scintilla”, che si richiamavano al Comunismo, nel 1940 all’organizzazione della V° Zona del PCI nel 1943.
Le sue memorie e quelle di altri partigiani e partigiane sono state da me registrate nel 1975, e racchiudono racconti sul: l’organizzazione delle formazioni partigiane della V° Zona di Roma, le azioni partigiane e dei Gap, gli arresti, le deportazioni, il Tribunale speciale fascista, Via Tasso, gli arresti delle SS naziste e le testimonianze sulle fosse ardeatine.
Il libro da me curato “Scintilla nella Resistenza romana, memorie del fioraio Agostino Raponi, e della V° Zona del PCI in via Catanzaro 1/3 Roma“ racchiude queste memorie e anche la trasformazione del territorio Italia/nomentano da zona agricola a tessuto urbano nei primi del novecento.

Franca Raponi, Roma 1 aprile 2019.

Commenti

  1. Enza Talciani 7 aprile 2019 at 17:43

    Grazie per tenere viva la memoria sulla Resistenza. Pochi giorni fa ho partecipato alla commemorazione di una partigiana e cara amica : Tina Costa.Una grande emozione!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Nome *
Email *
Sito web