Con il Collettivo Gaius Machiavelli in occupazione

22853330_1910662032584893_3233566314621345861_n
La Libera Repubblica di San Lorenzo solidale con gli studenti e le studentesse del Collettivo Gaius Machiavelli in occupazione.

Da giorni gli studenti e le studentesse del liceo Machiavelli hanno occupato la scuola, compreso l’edificio che insiste su Piazza dell’Immacolata, a San Lorenzo.
La protesta, che ha coinvolto numerose scuole di Roma e non solo, critica complessivamente il processo di impoverimento e svilimento dell’istruzione pubblica portato avanti da governi di ogni segno politico succedutisi nel corso degli anni che ha trovato il punto più alto di attacco al futuro dei giovani di questo paese con la vergognosa riforma della Buona Scuola e l’introduzione dell’alternanza scuola-lavoro. In un contesto in cui le priorità nei riguardi dell’istruzione superiore dovrebbero essere di tutt’altro genere, a partire da un serio investimento sull’edilizia scuolastica, di fronte all’evidenza di scuole ormai strutturalmente al collasso ed insicure.
La Libera Repubblica di San Lorenzo, in un quartiere solidale che ogni giorno costruisce cultura, socialità, accoglienza ed inclusione, non può non essere al fianco degli studenti e delle studentesse del Machiavelli e delle scuole in occupazione.
Sappiamo fin troppo bene cosa sia lo sfruttamento, il lavoro gratuito istituzionalizzato dall’alternanza nelle scuole. Perchè lo vediamo ogni giorno nelle strade del nostro quartiere, dove fin troppi giovani sono costretti a lavoretti sottopagati per poter campare. Sappiamo che l’alternanza scuola-lavoro non è altro che un regalo di manodopera non pagata alle aziende, ed un addestramento alla cieca obbedienza imposta dalla futura precarietà per i giovani. I/le giovani che oggi fuggono da questa condizione di schiavitù, lasciando i nostri territori in cerca di fortuna all’estero sono infatti spesso i nostri fratelli e sorelle, figli e figlie, amici ed amiche.
Sappiamo bene cosa significa subire le scelte di una classe politica che decide di investire miliardi nel salvataggio delle banche, nelle guerre, tagliando tanto l’istruzione pubblica quanto i servizi per i territori.
E conosciamo sulla nostra pelle l’arroganza di un sistema autoritario che non ricerca più il consenso, ma la pura discrezionalità. Esattamente l’arroganza che oggi è introdotta nel sistema dell’istruzione con la “Buona Scuola”.
La San Lorenzo solidale si schiera al fianco dei/le giovani che in questo quartiere come altrove hanno ancora il coraggio di camminare a schiena dritta e con lo sguardo alto e di lottare per un futuro migliore per tutti/e, e si rende disponibile per qualsiasi supporto concreto la lotta degli studenti del Machiavelli richiederà in futuro.

Libera Repubblica di San Lorenzo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Nome *
Email *
Sito web